Venerdì 21 ottobre al via il #3 incontro di SBAM!

18/10/2022

Venerdì 21 ottobre ritorna SBAM, la Scuola di progettazione Bioclimatica per l’Adattamento e la Mitigazione!

Il terzo appuntamento, on line, presenterà le Linee guida Liberare il suolo del progetto SOS4LIFE quale strumento di supporto alla progettazione nature-based dello spazio pubblico, approfondirà il ruolo della vegetazione per il comfort ambientale e la mitigazione degli impatti degli eventi meteorologici estremi e illustrerà i materiali naturali e permeabili che possono essere opportunamente utilizzati in città per la riduzione del rischio idraulico e per il comfort termico.

Programmazione della giornata:

  • 09:30 / 10:10: Strumenti per progettare in chiave nature-based: le linee guida di SOS4Life | Luisa Ravanello (ARPAE – Emilia Romagna)
  • 10:10 / 10:50: La vegetazione come strumento di progetto per il comfort ambientale negli spazi abitati | Filippo Piva (Unibo – Studio PAMPA)
  • 10.50 / 11:10: Domande e pausa
  • 11:10 / 11:50: Materiali naturali, permeabili e semi-permeabili in città | Giulia Gatta (Unibo / ECO esterno contemporaneo)

Registrazione VIDEO delle lezioni, interviste ai docenti e materiali dei corsi saranno disponibili online a questa pagina

CREDITI FORMATIVI PROFESSIONALI

La piattaforma GoToWebinar registra in automatico le presenze, con orario di accesso e scollegamento, sulla base dei dati forniti al momento dell’iscrizione. Non sono previsti CFP per chi seguirà la registrazione del webinar in differita (su Youtube).

Architetti, Paesaggisti, Pianificatori e Conservatori: 3 CFP per ciascuna lezione, con frequenza pari al 100% del webinar.

Dottori Agronomi e Forestali: CFP attribuiti in base al ‘Regolamento per la formazione professionale continua’ del CONAF, art.13, tab.1. con frequenza pari o superiore all’80% del corso. CFP in corso di richiesta.

Collegio dei Geometri e Geometri Laureati: CFP in corso di richiesta.

INFO: ancicom@anci.emilia-romagna.it

 

SBAM è un progetto di ANCI Emilia-Romagna
sviluppato in collaborazione con AESS – Agenzia per l’Energia e lo Sviluppo Sostenibile