LEMON

Efficienza energetica archivio

Riqualificazione energetica per l’edilizia sociale residenziale

Finalità e obiettivi specificiLEMON – Less Energy More OpportuNities, è un progetto finanziato dal programma H2020 nell’ambito del bando-EE-20-2015: Project development assistance for innovative bankable and aggregated sustainable energy investment schemes and projects (PDA).

LEMON ha l’obiettivo di sperimentare modelli di finanziamento innovativi per la riqualificazione energetica degli edifici sociali attraverso un contratto EPC, realizzando 15,290 milioni di euro di investimenti energetici al fine di ridurre la domanda di energia.

LEMON sostiene gli investimenti combinando diversi strumenti di finanziamento disponibili: incentivi e finanziamenti a livello nazionale e regionale (fondi FESR, finanziamento nazionale, incentivo Nazionale “Conto termico”), partecipazione della ESCO all’investimento e ridistribuzione di parte dell’investimento sugli affitti attraverso un contratto d’affitto basato sulla prestazione energetica dell’alloggio.

Al termine dell’azione LEMON saranno riqualificati 622 alloggi sociali con un risparmio energetico di 5.084 GWh e una riduzione delle emissioni di CO2 pari a 1.027 ton.

Partner:
Il partenariato di LEMON è composto da 4 organizzazioni: Agenzia per l’Energia e lo Sviluppo Sostenibile di Modena (AESS), ACER Reggio Emilia, ACER Parma e ASTER.

Per maggiori informazioni :
progettolemon.it


Eeef FERRARA, la città di Ferrara cambia luce

Efficienza energetica archivio

Photo credit: Pexels

Gara Energy performance contract (contratto di rendimento energetico) rivolta alle ESCO con una base d’asta da oltre 97 milioni di euro.

Un finanziamento agevolato grazie al fondo europeo per l’efficienza energetica – Eeef.

Il bando prevede 30 milioni di investimenti iniziali per portare a termine, in massimo 4 anni, il completo ammodernamento della rete, efficientando gli apparecchi recenti e sostituendo gli impianti vetusti e obsoleti con lampade a Led. Il risparmio di energia (da 12,6 a 5,5 milioni di di chilowattora all’anno) porterà una riduzione annuale del 56% anche delle emissioni Co2 (da 5,1 a 2,2 milioni) e del canone annuale (da 5,9 a 5,2 milioni).

Gli interventi riguarderanno anche l’illuminazione dei beni monumentali su 40 edifici storici – tra cui le Mura che creano grossi problemi di manutenzione – e la cosiddetta ‘smart city‘ con la posa di 7,8 km di reti in fibra, 5 nuovi punti wi-fi, 20 nuove telecamere di sicurezza urbana, 5 punti per la ricarica di mezzi elettrici e 4 totem informativi in stazione, piazza Municipale, parcheggi Diamanti e Kennedy.

Partner:
La gara EPC è stata prodotta in partnership pubblico-privata con Sipro e Aess, advisor del fondo eeef

Per maggiori informazioni:
servizi.comune.fe.it


Gestione EPC di impianti fotovoltaici

Efficienza energetica archivio

La gestione e manutenzione ordinaria degli impianti fotovoltaici della Provincia di Modena viene assicurata da AESS attraverso un contratto di Rendimento Energetico (EPC) che rispetta i requisiti previsti dalla norma UNI EN 11352.

L’aspetto innovativo di questo tipo di servizio consiste nel fatto che il gestore viene retribuito esclusivamente sulla base della produttività reale degli impianti, con una percentuale sugli introiti assicurati dal “Conto Energia” GSE. Questo aspetto crea una comunanza di interessi tra gestore e proprietario dell’impianto, volta all’ottimale funzionamento dello stesso, e distingue sostanzialmente l’approccio dell’accordo di cooperazione AESS-Provincia rispetto a un comune contratto di gestione e manutenzione.

I primi due anni di applicazione del servizio hanno visto la produzione energetica degli impianti incrementarsi del 55%, garantendo al contempo una maggiore sicurezza alle scuole sulle cui coperture gli impianti sono per lo più collocati e sgravando i collaboratori dell’Ente pubblico di parte del lavoro burocratico accessorio alla gestione impiantistica.

AESS sta cercando di estendere questo modello ad altri soci o enti interessati.

Per maggiori informazioni:

Delibera n. 78/2016

“Accordo di cooperazione fra Provincia di Modena e AESS finalizzata all’efficientamento delle fonti di energia rinnovabile di proprietà della Provincia di Modena”


STEPPING

Efficienza energetica archivio

Supporting The EPC Public Procurement IN Going-beyond

I CONTRATTI (EPC) sono sempre la soluzione migliore per i piani di efficienza energetica degli edifici pubblici nell’area MED? Come possiamo aumentarne la diffusione?
Il progetto STEPPING ha come obiettivo una maggior diffusione degli schemi di investimento EPC nell’ambito dei piani di efficientamento energetico di edifici pubblici dell’area MED.
Il progetto ha, inoltre, la finalità di sensibilizzare i rappresentanti delle istituzioni all’importanza della implementazione e attuazione di piani per l’efficienza energetica negli edifici pubblici.

 

OBIETTIVI

  • Studiare e adattare l’applicazione dello schema di investimento EPC per gli edifici pubblici allo specifico contesto dell’area MED e a quello legislativo e politico.
  • Testare l’applicazione di schemi EPC grazie a piani di investimento e bandi di gara pubblici personalizzati per le esigenze dell’area MED.
  • Aumentare le conoscenze e le competenze di amministratori pubblici, funzionari tecnici, decisori politici e aziende di servizi energetici sugli EPC.
  • Coinvolgere attivamente stakeholder e Comuni nelle attività di progetto
  • Attivare nuovi investimenti nel settore dell’efficienza energetica degli edifici pubblici

 

PRINCIPALI RISULTATI

  • Studi preliminari e audit energetici su circa 170 edifici pubblici appartenenti ad almeno 55 Comuni
  • Elaborazione di 8 piani di investimento EPC congiunti sulla base di un approccio comune
  • Attività di training rivolte a circa 600 funzionari e tecnici delle amministrazioni pubbliche, aziende del settore energetico, etc.
  • Redazione di schemi di contratto e lancio di bandi EPC in 4 regioni di Italia, Grecia e Spagna
  • Disseminazione delle Linee Guida EPC MED derivanti dai risultati di progetto

 

Partner di progetto:

  • Regione Piemonte – Capofila- IT
  • Agenzia per l’Energia e lo Sviluppo Sostenibile, Modena – IT
  • Agenzia per lo Sviluppo Regionale di Gorenjska – SI
  • Environment Park Torino – IT
  • Provincia di Huelva – ES
  • Agenzia per la Gestione Energetica Intelligente di Malta – MT
  • Agenzia Egea per l’Energia e Ambiente – GR
  • Agenzia per l’Energia e Ambiente di Auvergne-Rhône-Alpes – FR
  • Agenzia Regionale per l’Energia e Ambiente di Nord Alentejo – PT

 

Visita il sito web del progetto!
stepping.interreg-med.eu


CrowdHO

Efficienza energetica archivio

CROWDFUNDING FOR HOUSING CLIMATE TRANSITION

Quale può essere il ruolo del crowdfunding nel sostenere i costi e ridurre i rischi di investimento degli interventi di deep retrofit? È possibile considerarla un’opzione valida in aggiunta o sostituzione ai finanziamenti di tipo tradizionale quali prestiti bancari e finanziamenti tramite terzi?

Attraverso il progetto CrowdHO, pathfinder finanziato da EIT Climate-KIC e coordinato da ART-ER, l’obiettivo è quello di esplorare le opportunità del crowdfunding come strumento finanziario alternativo con cui superare i limiti dei finanziamenti tradizionali per la riqualificazione dell’edilizia residenziale.

Diversi sono i potenziali vantaggi del crowdfunding:

  • aumenta il ventaglio di potenziali investitori e la velocità di investimento: grazie all’apertura alla “investors’ crowd”, i progetti possono ottenere maggiori chance di finanziamento seguendo un percorso strutturato dalla presentazione del progetto alla raccolta fondi;
  • presenta caratteristiche tali da permettere un più diretto coinvolgimento dei cittadini e delle comunità locali nella realizzazione di progetti con valore sociale e ambientale;
  • facilita la sperimentazione di nuove forme di governance pubblico-privato.

Attraveso analisi desk, interviste e il coinvolgimento diretto di soggetti quali banche, ESCO, multiutilities, piattaforme di crowdfunding, proprietari e gestori del patrimonio residenziale misto (ACER), il progetto intende sviluppare uno studio di fattibilità con cui verificare il funzionamento, i benefici e i rischi dell’adozione del crowdfunding a supporto degli investimenti in riqualificazione, muovendo dalle criticità riscontrate nel progetto LEMON, con riferimento al caso emblematico dei condomini a proprietà mista.

Le attività:

  • mappatura, interviste e analisi delle principali esperienze di crowdfunding in ambito energetico, real-estate e match-funding sviluppati in Europa
  • identificazione di alcuni scenari per l’utilizzo integrato del crowdfunding (equity, lending o reward) con gli strumenti di finanza tradizionale per il settore della riqualificazione edilizia, attraverso lo studio dei modelli economici e dei vincoli legali e finanziari per la loro adozione in Italia
  • realizzazione di uno studio di impatto socio-economico ed ambientale derivante dall’adozione del nuovo strumento a livello regionale (Emilia-Romagna)
  • realizzazione di una roadmap per la diffusione dello strumento e identificazione delle migliori strategie di comunicazione (target, messagi, canali).

I partner:

  • ART-ER (Coordinatore – IT)
  • AESS (IT)
  • Politecnico di Milano – Tiresia (IT)
  • Climate Media Factory (DE)

Durata del progetto:
17/06/2019 – 31/12/2019

Scheda di progetto