Ha fatto tappa anche in Emilia-Romagna, più precisamente a Modena e a Parma, una delle nove città italiane selezionate nella “Missione 100 climate neutral and smart cities by 2030” dell’Unione europea, la study visit in Italia dell’Agenzia per l’Efficienza Energetica (AEE), il soggetto giuridico di bilancio pubblico sotto la responsabilità del Ministero delle Infrastrutture e dell’Energia dell’Albania, nell’ambito del Twinning Light, lo strumento finalizzato a supportare il processo di integrazione dell’Albania nell’Unione Europea.

In particolare, questo strumento, supporta le autorità nazionali nell’adeguare le policy e la regolazione al contesto normativo europeo.

La delegazione dell’AEE ha raggiunto Modena, dove assieme all’Agenzia per l’Energia e lo Sviluppo Sostenibile (AESS) ha incontrato, accompagnati dal direttore di AESS Piergabriele Andreoli, l’Ufficio Progetti europei, relazioni internazionali e coordinamento progetti complessi del Comune di Modena guidato da Antonella Buja. Nel pomeriggio è stata la volta di un incontro con Hera, l’azienda multiutility italiana che attraverso la propria ESCO Hera Servizi Energia si sta occupando degli interventi di riqualificazione energetica di numerosi edifici pubblici nella città di Modena, tra i quali anche Palazzo Comunale, che è sito UNESCO.

La giornata seguente, accolti dalla Presidente i AESS Benedetta Brighenti, la delegazione di AEE ha ricevuto – in videoconferenza – il saluto di Elodie Bossio di FEDARENE e – di seguito – ha partecipato ad un workshop sulla comunicazione della transizione energetica tenuto dall’agenzia di comunicazione Ventie30, creative partner della Rete Nazionale delle Agenzie Energetiche Locali (RENAEL).

Sessione di brainstorming e team building presso la cantina Chiarli, la più antica azienda vitivinicola dell’Emilia Romagna, nelle campagne di Castelvetro, in zona Terre dei Castelli.

Nel pomeriggio, della seconda giornata modenese, ospiti di Iris Ceramica Group, l’azienda, eccellenza del settore ceramica, la delegazione, accompagnata dalla Presidente di AESS Brighenti, è venuta a contatto con la vision dell’azienda guidata da Federica Minozzi che, da sempre, ha messo al centro della sua azione la sostenibilità ed è impegnata – prima azienda nel settore – verso la transizione energetica in favore dell’idrogeno.

Venerdì 8 marzo, ultima tappa della study visit in Italia, a Parma dove, accompagnati dalla Responsabile Pianificazione di AESS Francesca Gaburro, hanno incontreranno l’assessore alla Sostenibilità Ambientale, Energetica ed alla Mobilità Gianluca Borghi.

“Per il nostro Comune il confronto con realtà come l’Agenzia per l’Efficienza Energetica albanese è positivo. Incontri come questi permettono di allargare sempre più la vision, raccogliendo elementi di confronto e spunti di miglioramento. La cooperazione con altre città italiane ed europee è uno strumento di miglioramento continuo e troverà ulteriore sviluppo nel progetto Missione 100 città intelligenti e ad impatto climatico zero con l’obiettivo di implementare progetti e di avviare percorsi di innovazione per l’ottenimento della neutralità climatica entro il 2030” ha spiegato l’Assessore Borghi.

Nel processo di trasferimento di conoscenze ed esperienze, la study visit è una occasione per i colleghi dell’Agenzia per l’Efficienza Energetica albanese di venire in contatto diretto con gli attori istituzionali e del mondo delle imprese che in Italia lavorano alla promozione dell’efficienza energetica in Italia. Questo rinforza le attività di trasferimento delle conoscenze svolto dagli esperti italiani durante le numerose missioni in Albania e rende più concreto lo scambio di esperienze.

“La study visit chiude il cerchio delle attività svolte nell’ambito del progetto di Twinning volto al rafforzamento delle competenze dell’Agenzia per l’Efficienza energetica Albanese. Durante i giorni trascorsi in Italia i colleghi albanesi avranno modo di vedere come le nostre istituzioni nazionali e locali, nonché gli operatori privati lavorano per dare concretezza al principio dell’“energy efficiency first” promosso come pilastro della politica per la transizione energetica europea” ha detto Franco D’Amore responsabile del progetto.

“Crediamo molto nei progetti di scambio su un tema, come la transizione energetica, ed è stato un piacere confrontarci con i colleghi albanesi e partecipare, come agenzia, al Twinning light a Tirana. Il percorso verso l’ingresso nell’Unione Europea dell’Albania come di ogni nuovo Stato è affascinante ed è sempre un piacere dare il nostro piccolo contributo” così la Presidente dell’Agenzia per l’Energia e lo Sviluppo Sostenibile Benedetta Brighenti.

“È stato, per noi, utile e stimolante confrontarci con i colleghi italiani sia durante gli appuntamenti del Twinning light a Tirana sia venire in Italia, a Roma ed in Emilia-Romagna e vedere, da vicino, alcune esperienze delle quali faremo sicuramente tesoro” ha commentato il direttore dell’Agenzia per l’Efficienza Energetica albanese Altin Marko.