H2 Cargo Bike: La rivoluzione della logistica dell’ultimo miglio

AESS è uno dei partner coinvolti nel progetto H2 Cargo Bike – co-finanziato da EIT Urban Mobility – che si pone l’obiettivo di progettare quadricicli a idrogeno destinati alla logistica urbana in un’ottica di sostenibilità energetica.

Il consorzio – composto oltre che da AESS, dalle startup SUM Sustainable Urban Mobility, CTS H2 SRL e da Basque Country Mobility and Logistics Cluster – ha avviato il progetto pilota H2 Cargo Bike che è stato presentato all’edizione 2024 di WMF We Make Future, fiera internazionale su innovazione Digital, AI, e Tech.

Caratterizzati da un telaio ultraleggero in fibra di carbonio, questi veicoli possono trasportare carichi di oltre a 150 kg, con un’elevata operatività grazie al sistema FCH del cilindro intercambiabile. Questa tecnologia produce energia elettrica per alimentare la batteria del motore elettrico, eliminando la necessità di stazioni di rifornimento fisso, facilitando e velocizzando le operazioni di rifornimento.

L’iniziativa, promossa dall’Istituto Europeo di Innovazione e Tecnologia (EIT), rappresenta un passo avanti significativo verso la riduzione delle emissioni di carbonio e la promozione di un futuro più verde e sostenibile .

I vantaggi di questa tecnologia verranno dimostrati in Italia e in Spagna, rispettivamente a Modena e a San Sebastián , in quanto città attualmente prive di stazioni di rifornimento a idrogeno.

Grazie alla combinazione di tecnologie avanzate e soluzioni sostenibili , le Cargo Bike a idrogeno offriranno un’alternativa efficiente e pulita a i modelli tradizionali, contribuendo a migliorare la qualità dell’aria e a ridurre l’inquinamento urbano. Questa innovazione sottolinea l’impegno del consorzio nel fornire soluzioni all’avanguardia per la mobilità urbana sostenibile.